Navigazione blog
Ultimi post

Come si sviluppa l'alopecia androgenetica, comunemente nota come calvizie

704 Visualizzazioni

Esistono varie cause che determinano la perdita di capelli, come i farmaci o l’alimentazione, ma la causa più frequente di perdita di capelli è l’alopecia androgenetica, comunemente nota come calvizie.

La caduta dei capelli nella calvizie è il risultato di tre fattori interdipendenti, ovvero predisposizione genetica, ormoni ed invecchiamento.

Per quanto riguarda gli ormoni, gli ormoni principalmente responsabili della calvizie sono quelli androgeni. Gli ormoni androgeni controllano lo sviluppo di caratteristiche maschili quali l’abbassamento della voce, la crescita della barba, l’aumento della massa muscolare.

L’ormone androgeno per eccellenza è il testosterone, prodotto sia negli uomini che, in quantità minore, nelle donne.

Per le persone che possiedono un determinato corredo genetico, il testosterone entra in contatto con l’enzima 5-alfa reduttasi presente nei follicoli piliferi che causa la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, chiamato in breve DHT.

A titolo informativo, va detto che il DHT, oltre che nei follicoli piliferi, viene prodotto anche nei testicoli e nella prostata. Si capisce come, al pari del testosterone stesso, sia un ormone principalmente presente nei maschi.

Il DHT è un potente androgeno che ha indubbiamente effetti positivi e normali, come la differenziazione sessuale, il mantenimento di un giusto rapporto muscoli-grasso, la forza muscolare, lo stimolo sessuale, etc.

Vi sono però anche effetti negativi. Per quanto riguarda i capelli, il DHT è in grado di legarsi ai recettori androgeni dei bulbi piliferi innescando geneticamente, attraverso un meccanismo non pienamente noto, la miniaturizzazione dei follicoli, l’atrofizzazione del bulbo e, in ultima battuta, il termine definitivo del ciclo di crescita del capello.

A conferma di quanto detto, le ricerche nel settore hanno evidenziato che sia i follicoli che la pelle di uno scalpo calvo contengono un livello molto più alto di DHT rispetto alla norma.

A livello ereditario, la calvizie può essere ereditata sia da maschi che da femmine, sia da parte del padre che da parte della madre. La calvizie può manifestarsi a partire dalle fasce di età successive alla pubertà, ma chiaramente si manifesta con più frequenza con l’avanzare dell’età.

Statisticamente si può dire che l’alopecia androgenetica colpisca l’80% degli uomini, il 35% delle donne in età fertile ed il 50% di quelle in menopausa. La calvizie può fare quindi la sua comparsa sia negli uomini che nelle donne, però mentre negli uomini si manifesta tipicamente come arretramento dell’attaccatura dei capelli frontali, nelle donne appare come un diradamento nella parte superiore del cuoio capelluto.

Una delle soluzioni più efficaci per risolvere il problema estetico della calvizie è l’uso delle protesi capillari, in grado di restituire in tempi rapidi, con grande facilità e con un costo contenuto, il piacere di riavere i capelli. Qui puoi dare uno sguardo alle nostre protesi capelli di alta qualità, vendute ai prezzi migliori.

Pubblicato in: Caduta dei capelli

Esperienza di 20 anni nel campo delle protesi di capelli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza