Navigazione blog
Ultimi post

Cos'è la patch cutanea di Facchinetti?

5932 Visualizzazioni

Recentemente il termine patch cutanea è stato molto utilizzato dal noto Francesco Facchinetti, che sui suoi social ha rivelato di utilizzare questo sistema di infoltimento non chirurgico per risolvere il suo problema di calvizie. Facchinetti parla delle patch cutanee come di una fantastica scoperta, arrivata dopo anni di lotta alla calvizie, nei quali ha provato di tutto, dalla polverina nera che inspessisce e colora i capelli, al trapianto di capelli.

In merito alla polverina, Facchinetti la sconsiglia perché sporca e tinge le superfici a contatto, come il cuscino o le coperte quando si dorme o, ancora peggio, la mano del proprio partner quando ci passa la mano tra i capelli.

Per quanto riguarda il trapianto di capelli, Facchinetti lo sconsiglia perché è una operazione chirurgica e fa “un male pazzesco”, perché nella zona donatrice restano cicatrici visibili con i capelli rasati, perché dopo 4 o 5 anni occorre ripetere il trapianto.

Patch cutanea di Facchinetti

La soluzione definitiva alla calvizie per Facchinetti è la patch cutanea! Ma cosa sono le patch cutanee? Sveliamo finalmente il mistero: patch cutanea è un nome alternativo per la protesi di capelli.

Si tratta semplicemente di membrane in lace, pellicola o monofilamento, sulle quali sono iniettati o annodati i capelli. Le membrane vengono applicate al cuoio capelluto con del collante o del nastro biadesivo. Possono essere tenute sulla testa anche fino a due settimane o oltre, senza ulteriori interventi. Questo tempo può variare a seconda dello stile di vita, della sudorazione, etc. Dopo un paio di settimane la patch cutanea va rimossa per svolgere la fase di manutenzione, che consiste nel pulire la protesi e la cute.

Con la patch cutanea, come testimonia Facchinetti nei suoi video, è possibile riconquistare l’aspetto desiderato nel migliore dei modi, pur continuando a svolgere la propria vita di sempre. Fare sport, nuotare, andare in moto, e qualsiasi attività tu voglia fare, la puoi svolgere anche utilizzando una patch cutanea.

Facchinetti ci tiene a precisare spesso che non si tratta di un parrucchino. In effetti il parrucchino, particolarmente utilizzato in passato, era un sistema di infoltimento agganciato ai capelli esistenti e volto a coprire una calvizie parziale. Col parrucchino non si usavano colle, nastri biadesivi e solventi remover. A causa delle sua non stabilità sulla cute, era frequente nell’immaginario collettivo la convinzione che il parrucchino potesse venire via da un momento all’altro.

Chiariamo quindi che la patch cutanea non viene via in alcun modo. Non c’è nessuna possibilità che qualcuno, magari tirandoci con forza i capelli, riesca a rimuoverla dal cuoio capelluto.

Noi di beicapelli.it offriamo le patch cutanee della migliore qualità ai prezzi migliori. Se desideri avere maggiori informazioni, contattaci su WhatsApp, via telefono, email, social, etc.

E, come dice Francesco Facchinetti,

“.. anche voi fatevi la vostra patch cutanea, perché la vita sarà completamente differente. Anche per voi la patch cutanea sarà una completa rivoluzione. Io mi sento completamente rinato!”

Pubblicato in: Protesi di capelli

Esperienza di 20 anni nel campo delle protesi di capelli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza