Navigazione blog
Ultimi post

Protesi di capelli

1654 Visualizzazioni

Le protesi di capelli sono delle ricostruzioni capillari che vengono applicate sulla zona della testa colpita da calvizie. A seconda dell’estensione della calvizie, è possibile utilizzare impianti parziali oppure totali.

La base

La parte della protesi sulla quale vengono applicati i capelli e che aderisce al cuoio capelluto è detta calotta o base. Oggigiorno le basi sono realizzate con alcune tipologie principali di materiali, che sono il monofilamento, il lace o il poly. Negli anni, e nella inevitabile evoluzione che ha interessato il campo delle protesi di capelli, monofilamento, lace e poly hanno dimostrato d’essere i materiali migliori da utilizzare per la produzione delle calotte. La bontà di una base si misura, evidentemente, dalla sensazione di naturalezza che si prova nell'indossarla, dalla aderenza e resistenza della calzata, dal fatto di non essere individuabile e riconoscibile come protesi capillare quando indossata, etc. La base o calotta è una componente importante della protesi capillare in quanto su di essa vengono applicati i capelli, i quali possono essere innestati oppure annodati (qui l'approfondimento "La base dell'impianto capillare").

Protesi capillari su misura

Va detto che le protesi di capelli possono essere anche realizzate su misura. In questo caso, si procede innanzitutto con la realizzazione di un calco della testa dell’interessato. Il calco può essere realizzato da un professionista oppure dall'interessato stesso, con un po’ di manualità e seguendo determinate indicazioni. Il calco, una volta realizzato, funge da modello per la realizzazione di una base le cui dimensioni e la cui forma risulteranno perfettamente adatte alla testa dell’interessato. Dopo che si è realizzata la base su misura, è il momento di scegliere i capelli. Qui c’è l’imbarazzo della scelta, in quanto l’interessato può scegliere la lunghezza dei capelli, la densità dei capelli, ma anche il colore, l’eventuale percentuale di capelli bianchi, se li desideri lisci o mossi, se li desidera annodati oppure innestati, etc. Per quanto riguarda le protesi capillari su misura, i tempi di consegna vanno dai 2 ai 3 mesi a seconda del caso.

Protesi di capelli pronte all'uso

Oltre alle protesi di capelli su misura, è chiaro che esistono anche le protesi di capelli pronte all'uso (qui trovi le nostre protesi standard pronte all'uso per uomo). Esistono diversi modelli tra cui scegliere, i quali variano per aspetto estetico e per materiali utilizzati. Anche queste soluzioni standard si prestano ad essere adattate al cliente, in quanto è possibile ad esempio sagomarne la base a seconda della conformazione della testa dell’interessato e anche fare un vero e proprio taglio di capelli con acconciatura dopo l’applicazione. Solitamente i capelli utilizzati in queste protesi pronte all'uso possono essere del tipo capello indiano remy, oppure capello europeo, oppure capello vergine non trattato (qui un approfondimento sui capelli europei, cinesi e indiani).

La durata di un impianto capillare

Per quanto riguarda la durata di un impianto capillare, essa è variabile e dipende da molteplici fattori. Vediamone i principali.

Innanzitutto, la manutenzione della protesi capillari e uno dei fattori che ne determinano la durata. E’ importante sottoporre la protesi ed il proprio cuoio capelluto ad una costante fase igienica, che può essere anche giornaliera. A tal proposito si sconsiglia la pratica di permanenti e decolorazioni in quanto esse danneggiano il capello e favoriscono il deposito di sostanze chimiche sulla base. Tali sostanze chimiche causano la caduta precoce dei capelli. Si consiglia anche di non grattarsi la cute con troppa forza e di non pettinarsi in modo troppo energico. Unghie e denti del pettine tendono a tranciare i capelli alla base.

Un altro fatto che condiziona la durata della protesi di capelli è lo spessore della calotta. La questione è semplice: più la calotta è sottile, minore è la durata della protesi. E però è anche vero che più la protesi è sottile, migliore è il risultato estetico in termini di naturalezza ed invisibilità. Si tratta quindi di bilanciare vantaggi e svantaggi fino a trovare lo spessore ideale della calotta in base alle proprie esigenze.

Ad influenzare la durata dell’impianto capillare è anche la scelta di capelli annodati o innestati. Diciamo subito che una protesi con capelli innestati dura meno di una protesi con capelli annodati. Questi ultimi, a loro volta, possono essere annodati con nodo singolo, con nodo doppio o triplo. E più nodi abbiamo, più aumentano resistenza e durata. Se tutto questo è vero, a complicare la scelta è il fatto che all'aumentare della resistenza, diminuisce la morbidezza. Per cui i capelli più morbidi li abbiamo nelle protesi innestate. Mentre in quelle annodate i capelli sono un po' più rigidi, e la rigidità aumenta all'aumentare del numero dei nodi. Occorre anche in questo caso trovare il giusto equilibrio in base alle proprie esigenze.

Infine, a condizionare la durata dei capelli è anche la lunghezza dei capelli. Banalmente, più i capelli della nostra protesi sono lunghi, più veloce sarà la loro caduta dalla base.

Pubblicato in: Protesi di capelli

Esperienza di 20 anni nel campo delle protesi di capelli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza